News Recenti


Chiarimenti Lyoness e Business For Home per la questione Norvegia..

Il titolo di questo articolo potrebbe sembrare strano…ma leggete fino in fondo. Siamo basiti da quanto sta accadendo dalle parti di Business For Home, una rivista internazionale che dovrebbe aiutare i networker a comprendere le vere opportunità di questo settore straordinario ed invece a sembrerebbe riporti notizie alquanto ....

Ciao a tutti cari lettori, il titolo di questo articolo potrebbe sembrare strano…ma leggete fino in fondo.

Siamo basiti da quanto sta accadendo dalle parti di Business For Home, una rivista internazionale che dovrebbe aiutare i networker a comprendere le vere opportunità di questo settore straordinario ed invece a sembrerebbe riporti notizie alquanto “contraddittorie”.

L’ultima riguarda Lyoness/Cashback World, nota azienda di network che è stata attaccata dalla rivista, sostenendo che sarebbe stata dichiarata piramidale in Norvegia, da un’associazione consumatori.

Noi ovviamente prima di riportare notizie, soprattutto ultimamente, vogliamo sempre accertarci di quanto sia realmente accaduto.

Iniziamo col dire che Lyoness/Cashback World è presente in tantissimi paesi nel mondo, da molti anni ed in modo etico, quindi incuriositi abbiamo deciso di andare a fon la notizia per poter riportare non una verità assoluta (nessuno puo’), ma almeno di andarci vicino.

Ed ecco cosa abbiamo scoperto..

In pratica l’associazione Lottery Authority in Norvegia non si occupa di Piramidi o Schemi Ponzi come sostiene l’articolo (CLICCA QUI), infatti è scritto cosi’ nel loro sito:
https:/lottstift.no/en/the-gaming-and-foundation-authority/

“La nostra Autorithy supervisiona e controlla lotterie e giochi gestiti da pubblico e privato in Norvegia.
Supervisioniamo e controlliamo anche il gioco d’azzardo e le corse di cavalli”

lyoness norvegia

Onestamente quando abbiamo letto,  ci siamo domandati come possa un’associazione consumatori che gestisce tutt’altro…attaccare Lyoness dichiarandola piramidale e del perchè BusinessForHome abbia pubblicato una notizia del genere.

Presi dal dubbio, abbiamo deciso di contattare la sede Lyoness Italia di quanto sta accadendo in Norvegia e l’azienda molto correttamente ci ha risposto cosi’:

In relazione alle ultime notizia dalla Norvegia, non possiamo commentare una situazione che non riguarda l’Italia. Possiamo però approfondire le attività di Lyoness in Italia, dove non si può parlare di Piramidalità, sia per motivi formali che sostanziali. In termini formali, a livello locale il progetto è stato certificato sia da primari studi legali, come ad esempio lo Studio Sutti tramite un Affidavit, sia da associazioni di consumatori come Codaconds e Federcontribuenti. Sull’aspetto della sostanzialità, possiamo garantire che oltre la metà del giro d’affari di Lyoness in Italia deriva da acquisti di bene e prestazioni di servizi.

La crescita dell’azienda in Italia è avvenuta infatti in maniera equilibrata in diverse aree di sviluppo, come consumatori e imprese. Attualmente in Italia sono iscritti oltre 1 milioni di consumatori alla shopping community, con una crescita mensile di circa 35 000 persone attraverso un’adesione gratuita. Nella seconda area, il Network Lyoness in Italia conta oltre 13 mila imprese elencate sul sito e sull’app dedicata, con una crescita mensile di circa 400 imprenditori.

In Italia, Lyoness gioca un ruolo sicuramente importante nel mercato. Attraverso il suo meccanismo di cashback restituisce denaro ai consumatori per gli acquisti effettuati online e offline, in tutte le categorie merceologiche, permettendogli inoltre accesso a migliaia di imprese in 47 nazioni e 5 continenti. Attualmente l’azienda canalizza decine di milioni di euro di acquisti presso il Network di aziende convenzionate e rappresenta inoltre un’opportunità imprenditoriale per chi vuole creare una propria rete, che acquista e si sviluppa in Italia e all’estero.

Da quanto si evince del fatto accaduto in Norvegia è che non si tratti affatto di una causa legale ma semplicemente dell’espressione di una associazione di tutela dei consumatori, che pertanto non ha alcuna valenza legale, ciò testimoniato dal fatto che le attività di Lyoness in Norvegia stanno continuando regolarmente.

Ripeto, nessuno può ancora sapere la verità, ma secondo noi le notizie vanno pesate e non buttate li’, a meno che la cosa non sia talmente palese…

Tornando a Businnes For Home, fa specie vedere che nelle ultime settimane stia attaccando continuamente OneCoin, quando ne ha contribuito all’esaltazione per oltre 2 anni.
Eh si, perchè inserendo nelle prime 10 posizioni della classifica dei “Top Earner” 8 personaggi leader di OneCoin, oltre che scrivere 10 notizie su 20 riferite all’azienda ed ai loro strepitosi guadagni (soldi sottratti alle persone), ha contribuito a fomentare la massa al fine di convincerli nell’aderire ad un business che per noi era alquanto dubbio già in fase iniziale, ad oggi risulta essere il più grande schema Ponzi della storia.

Ogni tanto occorre necessariamente schierarsi, nel nostro caso abbiamo sempre inserito notizie negative su OneCoin, tanto è vero che ci hanno anche scritto i loro avvocati per farci togliere alcuni articoli, ma alla fine si è verificato ciò di cui dubitavamo….

Per quanto riguarda Lyoness in Norvegia sicuramente ne sapremo di più nelle prossime settimane e se usciranno notizie certe e sicure, saremo i primi a farvele conoscere.

Un saluto, state connessi

Fonte News...


Tags: network marketing
0 commenti
Report        

Leggi anche: