Domande e Risposte

Punteggi

  • +5
    Migliore risposta
  • +2
    Pubblicato risposta
  • +2
    Pubblicato domanda
  • +1
    Pollice su
  • -1
    Pollice giù

14

da Marco Graux in Altro 03 giugno 2016 aperta - report

Clienti o Distributori?

Faccio MN da qualche anno e poiché dall'inizio sono stato curioso di conoscere questo settore mi sono imbattuto in diversi colleghi e, ovviamente aziende, che mi hanno parlato del loro sistema.
Secondo quello che mi hanno detto e anche studiando i vari Piani Marketing mi sono reso conto che molto spesso si spinge chi entra ad affiliare piuttosto che a vendere!

La mia opinione è la seguente e mi piacerebbe sentire anche altre opinioni.
Considero in NM come uno strumento di distribuzione di prodotti e/o servizi di qualità, mi perdoneranno quelli che lavorano per aziende che non hanno un reale prodotto e/o servizio ;)

Sponsorizzazione: E' logico che per massimizzare i guadagni occorra costruire una rete ampia di distributori. E' anche logico che questa attività porti guadagni immediati a chi la costruisce e alla sua upline. Ma il difetto che, a mio parere, ha questo tipo di scelta è la mancanza assoluta di stabilità nei guadagni. E l'instabilità di guadagno porta all'abbandono precoce e alla demolizione della rete.

Autoship/autoconsumo: E' ovvio che per vendere un prodotto e/o servizio il networker lo debba conoscere bene, infatti si basa tutto sul passa parola. Ma è anche ovvio, sempre a mio parere, che questo può determinare un eccesso di investimento rispetto ai guadagni, e quindi, anche in questo caso, porta all'abbandono da parte degli affiliati e quindi una instabilità di guadagno.

Clienti: Se il prodotto e/o servizio è effettivamente di qualità il cliente sarà soddisfatto e magari continuerà ad acquistare e soprattutto a fare un passaparola positivo verso altre persone.
Riuscire a costruire un portafoglio di clienti soddisfatti assicura, nel tempo, guadagni costanti. Ma non solo, qualcuno di questi clienti soddisfatti potrebbe anche decidere di attivarsi nell'attività vera e propria, e in questo caso sarà molto più motivato di uno sponsorizzato direttamente.

Concludendo, per me, bisogna puntare molto di più sui clienti che sulla sponsorizzazione. Probabilmente il guadagno e la carriera saranno più lenti ma sicuramente più stabili nel tempo.

Risposte: 2 • Score 0 • Viste: 1318
Sfoglia Per
  • 8

    da michele lenoci 30 agosto 2016

    Vero, un'azienda solida di network non può basare la crescita sulla sponsorizzazione ma è importante che ci siano Clienti che, in maniera autonoma, acquistino i prodotti. Poi chi vuole può partecipare al business senza avere obbighi di acquisto per alimentare il fatturato (dell'Up Line). Dopo 16 anni di collaborazione con aziende TOP....4 anni fa ho trovato, finalmente, un'azienda che ha il 54% del fatturato generato da clienti fidelizzati ed ho trovato una serenità ed un guadagno inimmaginabile fino a 4 anni fa! Il Network è una Professione molto seria e va fatto in mniera etica e seria!

    • Score: 0
  • 7

    da Antonio Spitale 23 giugno 2016

    Condivido al 100% quello che pensi , come del resto  il " Nm " di cui faccio parte .

    Lieto di potertelo presentare.

    Antonio Sptale

    339 50 11 552

    tpnylev@libero.it

    • Score: 0
Devi effettuare il login per inserire una risposta.